ASTRONOMIA, ASTROFOTOGRAFIA, STUDI SUL SOLE, INQUINAMENTO LUMINOSO

Via B.Medici, 12 - Civitavecchia (Roma - ITALY).

Venere Nubi spesse e compatte, di anidride carbonica, occultano la visione del suolo del secondo pianeta del sistema solare. Le sue dimensioni sono all'incirca quelle della Terra, avendo un diametro di 12.600 km. Il calore del sole, filtrando attraverso la densa atmosfera, riscalda la superficie del pianeta ma non può essere poi disperso a causa dell'effetto serra, per cui abbiamo sulla superficie una temperatura superiore ai 450°C a cui vanno ad aggiungersi frequenti piogge corrosive. Non è certo il pianeta ideale per soggiornarvi! Sebbene sia un fenomeno rarissimo talvolta Venere transita davanti al disco solare e si rende visibile come una grossa macchia tonda, in media ciò succede ogni 240 anni e sempre nei mesi di Giugno o Dicembre.

Marte Il pianeta percorre un orbita piuttosto ellittica in 1anno 10 mesi e 22 giorni, inclinata di circa 2° rispetto alla nostra e durante le opposizioni con la Terra, che avvengono mediamente ogni due anni, può variare a sua distanza dal nostro pianetai da 55 a 101 milioni di km, a motivo della combinazione tra l'eccentricità della sua orbita con l'eccentricità della nostra. Le distanze super-minime dalla Terra avvengono in media ogni 15 anni e l'ultimo avvicinamento si è avuto alla fine del mese di agosto del 2003.

Marte ha un diametro di 6787 km (fascia equatoriale) e un periodo di rotazione di 24h 37m 23s, praticamente circa 41 min Non è un oggetto molto facile da osservare al telescopio, dato che la sua grandezza angolare, dipendente dalla distanza dal nostro pianeta, varia da un minimo di 7" a un massimo (grandi opposizioni) di 25", quindi è consigliabile uno strumento con un diametro maggiore di 100 mm. A forti ingrandimenti si possono notare lunghe linee brune, simili a canali dalle forme più o meno regolari, ma si tratta solo di un inganno ottico dovuto a zone della superficie di diversa composizione rocciosa.

Giove Giove è il più grande pianeta del nostro sistema solare avendo un diametro equatoriale di ben 142.800 km. (11 volte quello della Terra) tuttavia è meno ..."consistente" del nostro pianeta, infatti la sua densità è di 1,33 g/cm cubo e quindi la maggiorparte del pianeta è allo stato liquido e gassoso, tanto è vero che il pianeta ci appare piuttosto schiacciato ai poli e ruota su se stesso molto velocemente, ossia in 9 ore e e 50 minuti. Caratteristica è una macchia ovale, chiamata "macchia rossa" ben visibile anche con modesti strumenti: si tratta di un uragano che perdura da migliaia di anni!

Inutile pensare di atterrarvi con un astronave... infatti sarebbe dubbioso dove atterrare! Al telescopio apaare solcato da nubi a bande parallele: rossiccie e bianche di ammoniaca e metano. Il pianeta è accompagnato da una corte di almeno 16 satelliti, quattro dei quali sono stati scoperti da Galileo Galilei e sono stati chiamati: Io, Europa, Ganimede e Callisto. Questi sono gli unici 4 osservabili anche con un binocolo e disposti pressappoco lungo la fascia equatoriale del pianeta.